Combattere i topi da soli – sette consigli

I topi, nonostante i loro simpatici occhietti, sono tutt’altro che innocui. Mettono i loro denti aguzzi in quasi tutto ciò che è “rosicchiabile”. Non solo negli alimenti e in ogni tipo di imballaggio, ma anche nei cavi, nel legno, nei mobili o nell’isolamento della casa. Questo perché i loro denti crescono continuamente, quindi devono rosicchiare molto per mantenere i denti affilati e corti. Inoltre, con la loro urina e i loro escrementi, causano un fastidioso odore. Le infezioni possono essere trasmesse all’uomo anche attraverso gli escrementi dei topi. I topi possono quindi diffondere i germi. A questo si aggiunge il fatto che possono riprodursi a rotta di collo.
Fortunatamente, è possibile adottare diverse misure per evitare e scacciare i topi. Di seguito vi diamo alcuni suggerimenti.

CONSIGLIO 1: COME ACCORGERSI DELLA PRESENZA DI TOPI IN CASA

I topi di solito non passano inosservati. La prova migliore della loro presenza sono gli escrementi di topo. Questi sono lunghi mezzo centimetro, sono di colore scuro e hanno una forma appuntita e allungata. A volte è possibile sentire l’odore pungente dell’urina.
Le confezioni di cibo rotte sono un altro indizio. I topi amano anche annidarsi nel materiale isolante. Se sentite dei fruscii nel soffitto o nelle pareti, probabilmente c’è un animale domestico.

TIP 2: CHIUDERLI

Ai topi basta un buco largo mezzo centimetro per entrare. Controllate criticamente l’esterno della casa e sigillate le crepe e le giunture, ad esempio con un tappo per topi, una speciale pasta repellente o lana d’acciaio. È possibile posizionare una rete fine davanti alle aperture di ventilazione. Anche all’interno della casa è necessario sigillare buchi e fessure. Non dimenticate nemmeno il capannone e il garage.

TIP 3: CONSERVARE BENE GLI ALIMENTI

I topi si avvicinano al cibo. La cucina e la dispensa sono quindi i luoghi preferiti.
Assicuratevi di non lasciare cibo in giro. Conservate tutto in contenitori sigillati o in scatole di plastica dura o di metallo.
Avete un animale domestico, ad esempio un cane? Conservate anche il cibo per cani in un contenitore sigillabile e non lasciate le crocchette giornaliere sul pavimento giorno e notte.
Passate regolarmente l’aspirapolvere sul pavimento.

Tipo 4: PIPPO MEDIO

I topi possono essere scacciati con il pepe. Cospargete abbondantemente di pepe i punti in cui i topi sono riusciti a rosicchiare. Questo può essere anche un punto tra il pavimento o il soffitto.

TIP 5: CATTIVO MEZZO

Oltre a cospargere di pepe, potete dissuadere i topi stendendo del pelo di gatto nei punti in cui i topi entrano. Ancora meglio è tenere un gatto, anche se questo non garantisce che i topi non entrino. Per questo, vedere il suggerimento 2.

TIP 6: Posizionare le trappole per topi

Quando si posiziona una trappola per topi, si può scegliere se catturare il topo vivo o morto. Le cosiddette trappole a schiaffo e a pressione uccidono il topo all’istante, mentre le trappole ad inclinazione o a gabbia lo catturano vivo. È possibile liberare un topo vivo all’esterno, preferibilmente ad almeno 100 metri di distanza. I topi non amano attraversare il territorio di altri conspecifici.
Utilizzate come esca cioccolato, farina d’avena o burro d’arachidi e posizionate preferibilmente più trappole.

TIP 7: USARE IL VELENO PER TOPI, MA SOLO COME ULTIMA RISCOSSIONE

Quando tutti i consigli e le misure di cui sopra non sono serviti, potete usare il veleno per topi come ultima risorsa. Il veleno per topi è tossico, non adatto agli animali e dannoso per l’ambiente e la salute. Per evitare che altri animali lo ingeriscano accidentalmente, deve essere utilizzato solo in ambienti chiusi.
Collocate il veleno per topi nei luoghi in cui arrivano i topi, ma assolutamente non in quelli in cui arrivano gli animali domestici o i bambini. Controllate ogni giorno che l’esca non sia ammuffita e rabboccatela se necessario.
Quando il veleno ha fatto il suo dovere e trovate un topo morto, avvolgetelo nella plastica e gettate la carcassa in un bidone a chiusura ermetica. In questo modo, altri animali, ad esempio uccelli rapaci o il vostro gatto, non avranno la possibilità di mangiare un topo avvelenato.

Hopper
Author: Hopper